I cocktail da bagno: come diventare un perfetto alchimista

Più che un semplice metodo per lavarsi, da millenni il bagno viene considerato un vero e proprio rituale. In Egitto, Cleopatra faceva il bagno nel latte affinché l’acido lattico eliminasse le cellule morte e lasciasse la sua pelle morbida e liscia. Anche i Romani aggiungevano la lavanda all’acqua del bagno pensando che avesse proprietà medicinali e gli onsen giapponesi (sorgenti calde) sono da molto tempo un vero stile di vita.

La tradizione giapponese vuole che si faccia un bagno caldo a base di Yuzu nel giorno nel solstizio d’inverno. Questi agrumi colorati, aggiunti all’acqua calda usata per i bagni all’aperto, rilasciano gli olii nutrienti contenuti nella buccia. Si pensa che questo rituale aiuti a tenere lontano raffreddori e influenze e a favorire un buono stato di salute generale.

Che ci si trovi in un Sentō (bagni pubblici) o nell’intimità della propria casa, il bagno è ancora oggi considerato un rituale, per il quale si desidera una cura più personalizzata del comunque amatissimo e prezioso olio da bagno.

Ecco gli ingredienti che possono essere aggiunti all’acqua del bagno e i loro benefici.

Latte in Polvere

Se ti piace l’idea del bagno emolliente di Cleopatra, ma non quella di immergerti nel latte vero e proprio, la versione in polvere è la soluzione migliore. Il latte in polvere si trova in qualsiasi negozio di alimentari e contiene lo stesso acido lattico esfoliante del latte liquido. Aggiungi una tazza di latte in polvere al flusso d’acqua mentre riempi la vasca così da farlo sciogliere facilmente. La tua pelle ti ringrazierà.

Sali dell’Himalaya

Con i suoi 84 oligoelementi, il sale dell’Himalaya viene estratto dagli antichi fondali marini e non è quindi, a differenza del normale sale marino, contaminato da agenti inquinanti e tossine. Una manciata di sale disciolto nell’acqua calda aiuta a disintossicarsi e lenisce i muscoli affaticati.

Sali dell’Himalaya

Bustine di tè

L’idea di aggiungere bustine di tè all’acqua del bagno può sembrare bizzarra, ma in realtà è ottima. Lascia perdere il tè nero e aggiungi invece delle bustine di tè alla menta all’acqua calda. L’aroma rinvigorente ti darà una sferzata di energia.

Olii Essenziali

Gli olii essenziali sono fantastici nell’acqua fumante e ti permettono di adattare davvero il tuo bagno alle esigenze del momento. Qualche goccia di olio di neroli (o di zagara) evocherà immediatamente le notti d’estate sulla costiera amalfitana, mentre l’olio in sé ha leggere proprietà sedative, che ti aiuteranno a rilassarti. L’olio di eucalipto, invece, agevola la respirazione e lo ylang ylang calma i nervi e una mente iperattiva.[1]

Olio di Cocco

Non è insolito aggiungere un olio all’acqua del bagno, ma prova a usare quello di cocco. Incredibilmente idratante, renderà la tua pelle liscia e setosa anche se, bisogna dirlo, lascerà evidenti tracce nella vasca. Con il tappo chiuso, metti il vasetto nell’acqua calda e aspetta che l’olio di cocco si scaldi e passi dallo stato solito a quello liquido. Quindi versane una tazzina nell’acqua del bagno per goderne i formidabili effetti emollienti.

Olio di Cocco

Rif.:
[1] http://aromatherapybible.com