Uno sguardo dall’interno: la risposta a tutte le vostre domande sui prodotti leviganti

Nel settore della cosmesi, “Polisher” è una di quelle parole di moda, che vengono usate spesso e spiegate di rado. I guru della bellezza affermano che i prodotti leviganti per la pelle, usati ogni settimana, la faranno apparire più luminosa, fresca e liscia. Ma qual è il modo migliore per essere sicuri di utilizzare correttamente i polisher? Aiutano a combattere l’invecchiamento? E cosa bisogna fare in caso di cute molto grassa su cui si formano facilmente imperfezioni? Abbiamo interrogato gli esperti e condotto una ricerca per svelarvi i segreti dell’azione dei polisher sulla vostra pelle e il motivo per il quale dovreste aggiungerli alla vostra quotidiana routine di bellezza.

WASO Soft & Cushy Polisher

Cos’è un polisher?
“Polisher” è il termine che definisce una tecnica o un prodotto esfoliante, che aiuta a rimuovere le cellule cutanee morte. Si va dagli scrub cutanei, che contengono granuli esfolianti, ai trattamenti microdermoabrasivi, trattamenti di dermocosmesi che possono migliorare l’aspetto delle macchie dovute all’età, la pigmentazione, l’acne o la pelle spenta.

Come agisce un polisher?
“Un polisher da usare regolarmente a casa aiuta a preparare la pelle”, spiega Thalia Phamova, SHISEIDO UK National Makeup Artist. “Favorisce l’eliminazione delle impurità che possono dar luogo a imperfezioni”, aggiunge. “Un buon polisher rende più omogeneo il tono della pelle e ne illumina il colorito”.

Pensato per essere delicato sulla vostra pelle e amico dell’ambiente, WASO Soft + Cushy Polisher contiene caglio di soia, che rende più morbida la pelle donandole freschezza. Formulato in particolare per contrastare i problemi delle pelli più giovani, che possono essere secche, grasse o i cui pori sono visibili, questo polisher permette di rendere la cute più liscia, regalandole un aspetto fresco, sano e radioso.

E l’ambiente?
Recentemente si è parlato molto dei danni ambientali causati dai granuli di plastica contenuti in alcuni prodotti esfolianti, che, secondo gli ambientalisti, sono nocivi per la fauna marina. Crediamo nel rispetto per l’ambiente, oltre che per la tua pelle, quindi consigliamo l’uso di prodotti a base vegetale, come WASO Soft + Cushy Polisher, che contiene tre diversi tipi di agenti esfolianti biodegradabili. Inoltre la soia, ingrediente fondamentale nell’arte culinaria giapponese Washoku, conferisce maggiore morbidezza. Il tofu è fatto di soia e contiene lecitina, una sostanza naturalmente presente delle pareti della membrana della cute, che appare più sana e liscia.

Scopri di più

I polisher hanno un effetto anti-età?
“No,” dice Phamova. “Ma possono accelerare la rigenerazione della superficie cutanea”. Questo significa che la carnagione assume un aspetto uniforme e luminoso, inconfondibili segni di una pelle sana e giovane.

Cosa succede ai pori?
“Un polisher di qualità penetra nei pori ed elimina quelle impurità che potrebbero dar luogo a imperfezioni”, dice Phamova. In caso di pori visibili o dilatati, o sulle pelli più mature, in cui i pori sono naturalmente più grandi, l’esfoliante viso è ancora più efficace. Sarà quindi sufficiente utilizzare una quantità minore di prodotto e con una frequenza inferiore.

È possibile esagerare con la levigatura?
“Certo,” risponde Phamova. “Usate un esfoliante delicato, come WASO Soft + Cushy Polisher, con i suoi granuli di cellulosa vegetale in una formula soffice come il tofu coccolerà la vostra pelle”. Se la vostra cute è sensibile, utilizzatelo solo una volta alla settimana. Se invece avete una pelle più matura e secca, fatene uso ogni due settimane. Per le tipologie di pelle più giovani, è possibile scegliere un prodotto per eliminare le cellule morte da usare tre o quattro volte alla settimana, ma è sempre meglio valutare prima la reazione della cute. La pelle grassa che produce facilmente impurità può trarre beneficio da un trattamento esfoliante eseguito un paio di volte alla settimana, quindi è necessario adattare le scelte alle esigenze della cute.

Per quanto tempo bisognerà esfoliare la pelle ogni volta che si usa un polisher?
Questi trattamenti possono dare dipendenza, in fondo chi non vorrebbe una pelle più morbida, liscia e luminosa? Ma Phamova ci mette in guardia. Qualche secondo una o due volte alla settimana, e sicuramente non più di un minuto, basteranno a rendere la pelle liscia come la seta.

Come si usa il WASO Soft + Cushy polisher?
Dopo averla pulita, inumidire la pelle con acqua tiepida, non troppo calda, né troppo fredda. Prelevare una noce di WASO Soft + Cushy Polisher nel palmo della mano. Soffice e morbido come il tofu, questo prodotto unico contiene tre tipi di agenti esfolianti, tutti biodegradabili, di diverse forme e dimensioni. Questi granuli penetrano nei pori e nelle zone più ruvide e irregolari della pelle, catturano il sebo e le impurità, levigando la pelle senza dover applicare ulteriore forza.

Con la punta delle dita, massaggiare delicatamente tutto il viso con piccoli movimenti circolari. Evitare la bocca e la cute intorno agli occhi, che è più delicata. Continuare per qualche secondo, quindi sciacquare con acqua fredda o appena tiepida. Tamponare (e non sfregare) la pelle con un asciugamano morbido e pulito.

Si può usare un polisher a tutte le età?
“Si, ma la pelle reagisce diversamente a seconda dell’età”, dice Phamova. “La cute più giovane tende a essere meno equilibrata e più grassa, quindi trae il maggiore giovamento da un trattamento esfoliante delicato due volte alla settimana”. Al contrario, la pelle più matura è spesso più secca e meno soggetta all’otturazione dei pori, quindi l’uso del polisher ogni due settimane è l’ideale per renderla più radiosa e splendente.