Perché la natura è la migliore terapia

Non ti stiamo consigliando di smettere di vedere il tuo psicoterapeuta o di esercitare quelle tecniche di programmazione neuro-linguistica che hai adottato per stare più tranquilla quando sei colpita dallo stress delle imminenti scadenze lavorative. Ma, di recente, abbiamo assistito a uno spostamento globale dalle “talking cure” tradizionali a forme più concrete di terapia del benessere, o della wilderness, come ad esempio lo yoga e i bagni di suoni naturali, e in particolare a quelle che implicano un’immersione nella natura. Poiché tutti, dai professionisti del benessere ai personaggi famosi, si professano fautori dei poteri curativi offerti dell’ecoterapia e da Madre Natura, vogliamo mostrarti in che modo trascorrere del tempo nei grandi spazi aperti e sfruttare i benefici della natura può avere un effetto positivo sul tuo benessere.

Riduci l’ansia con la natura

La parola “Ecoterapia”, che include le interazioni con gli animali, il giardinaggio, le escursioni nella natura e le attività all’aria aperta, è stata coniata dal consulente e attivista dei diritti umani Howard Clinebell nel 1996. Nella società sempre più urbanizzata di oggi, in cui la maggior parte di noi vive e lavora in città e ha un contatto limitato con la natura, questo termine assume un’importanza ancora più rilevante. Infatti, secondo alcuni studi [1], l’urbanizzazione è frequentemente associata a crescenti livelli di malattia mentale, in particolare ansia e depressione.

“In un mondo e in un ambiente in cui i nostri cervelli lavorano in maniera eccessiva e in cui siamo sovraccarichi di idee e preoccupazioni, l’esposizione alla natura sembra l’unico modo per svagarci”, sostiene la psichiatra evoluzionistica Emily Deans in Psychotherapy Today. Per migliorare in maniera significativa il tuo umore e la tua sensazione di benessere, prova a trascorrere del tempo nella natura, ad esempio facendo una passeggiata nel parco durante la pausa pranzo o prenotando una vacanza in una spiaggia deserta.

Migliora la tua immagine corporea con la natura

Il modo in cui la maggior parte di noi vede la propria immagine corporea migliora notevolmente se si ha un contatto più stretto con la natura. Ben il 91% delle donne ammette di sentirsi infelice rispetto al proprio aspetto. L’immagine corporea può influire su qualsiasi aspetto della nostra vita, dall’autostima ai rapporti con gli altri. Una nuova ricerca [2] ha rivelato che trascorrere del tempo nella natura svolgendo un’attività fisica leggera, come camminare o fare yoga, può contribuire notevolmente al miglioramento della propria immagine corporea.

“Un ambiente che non richiede concentrazione assoluta può fornire alle persone una tranquillità cognitiva che, a sua volta, può promuovere il rispetto del corpo e la comprensione che esso fa parte di un ecosistema più ampio che ha bisogno di protezione e cura”, suggerisce il principale autore dello studio, il dottor Viren Swami.

Riduci l’ossessione dell’immagine con la natura

Sebbene le persone scelgano di trascorrere le loro vacanze in posti caratterizzati dalla bellezza naturale da secoli, solo ora stiamo realizzando i profondi benefici che il contatto con la natura ha non solo sul nostro corpo fisico, ma anche sul nostro benessere emotivo e mentale. In un mondo consumato dall’apparire e dall’era dei confronti su Instagram, il tempo passato nella natura può essere una tregua per i nostri cervelli affamati di sfide.

Il Dott. Swami concorda, suggerendo che “l’accesso alla natura può anche significare che le persone trascorrono più tempo all’aperto, facendo cose che concentrano l’attenzione sulla funzionalità del corpo piuttosto che sull’estetica”. È arrivato il momento di preferire una passeggiata nel bosco a un feed di social media.

Rif.:

[1] http://www.pnas.org/content/112/28/8567.short

[2] https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1740144517304321?via%3Dihub#abs0010