Camelia Shiseido
17
maggio 2016
Shiseido ieri e oggi
Condividi

Uviolin, il primo solare di Shiseido

Sapevate che Shiseido ha un’esperienza nella protezione solare lunga quasi un secolo? Il lancio della sua prima protezione solare risale al 1923, molto prima che i pericoli dell’esposizione ai raggi UV divenissero noti anche alla comunità scientifica.

Si chiamava Uviolin, con chiaro riferimento ai raggi UV, ed era disponibile in due formati: un flacone, che conteneva una formula più fluida per il corpo, e un tubo che conteneva una pasta più ricca per il viso.
Fu subito successo tra le donne dell’epoca, perché oltre a proteggere e a idratare la pelle con i suoi oli emollienti, il prodotto conteneva polveri di origine minerale che lasciavano una leggera patina bianca. L’effetto ricordava le ciprie bianche molto in voga a quei tempi, usate per rendere il viso più luminoso.

Quando Uviolin fu lanciato le spiagge erano aperte al pubblico da circa vent’anni. Benché i costumi fossero ancora molto casti, coloro che le frequentavano desideravano proteggere le parti lasciate scoperte dalla caratteristica tutina a righe (“zebra”) usata per i bagni di mare. Da qui iniziò l’esigenza di proteggere anche il corpo.

Quasi 100 anni di storia, ricerca, spirito pioneristico, fanno di Shiseido un’inimitabile l’eccellenza nella protezione solare.